torino

la mia Città

OLTRE LA DESTRA E LA SINISTRA, PER UN VERO CAMBIAMENTO

LA VIA D’USCITA PER TORINO

IL NOSTRO PROGETTO PER TORINO

Cosa voglia dire «essere di Torino» a qualcuno che non ci abita è quasi impossibile da spiegare e da capire:
Torino è probabilmente la città più enigmatica e misteriosa al mondo. Dalla Magia bianca alla Magia nera, storia, cultura, sport, spettacolo tecnologia e tanto altro. Torino affascina chiunque la visita, una città ricca di mistero e fascino.

Gli ultimi anni hanno purtroppo visto a nostra città decadere sempre più, dalle delocalizzazioni delle grandi fabbriche ai fallimenti delle piccole e medie imprese schiacciate da tasse e concorrenza straniera, interi quartieri trasformati in ghetti per accogliere i flussi migratori, grandi problemi di sicurezza a causa del taglio di fondi e mezzi per le nostre forze dell’ordine, disoccupazione in aumento che colpisce in maniera trasversale, cantieri continui ed incontrollati che causano disagi e dissesti stradali, manutenzione quasi inesistente e molto altro che tutti notiamo nella vita quotidiana. L’assenza di un vero e proprio progetto non da nessuna prospettiva per il futuro di Torino e di coloro che vi abitano. A ottobre, insomma, non si voterà solo per la composizione del consiglio comunale ma si determinerà anche la direzione che questa città prenderà per i prossimi decenni:

3 e 4 OTOBRE VOTA ITALEXIT

RIPRENDIAMOCI LE REDINI DI QUESTA BELLISSIMA CITTA’

Di seguito riporto 15 punti estratti dal nostro programma.

  1. RECUPERO DELLA SANITÀ TERRITORIALE E LOTTA CONTRO IL GREEN PASS

Riapriamo gli ospedali abbandonati e costruiamo nuovi presidi sanitari di prossimità. Basta discriminazioni come il Green Pass per cittadini e attività aperte al pubblico.

  1. IDEE CONCRETE PER GENERARE OCCUPAZIONE

Con l’inserimento della LIRA, attiviamo un sistema virtuoso per favorire le piccole imprese locali e offriamo opportunità di lavoro garantito in ambito sociale e culturale per giovani e disoccupati.

  1. NUOVO PIANO PER LA SICUREZZA

Spostiamo gli agenti della Polizia Municipale dagli uffici alle attività di controllo del territorio, presidi di sicurezza nelle zone più a rischio.

  1. DIFESA DELLE PRODUZIONI E DELLA FORZA LAVORO LOCALE

Creiamo il marchio «Fatto a Torino» e valorizziamo le produzioni locali, proteggendole dalla concorrenza sleale delle multinazionali. Aiutiamo le imprese a rilocalizzare in città e incentiviamo l’assunzione di manodopera locale. Formiamo la forza lavoro di ogni età, E introduciamo un sistema previdenziale locale per lavoratori autonomi.

  1. PIANO STRAORDINARIO PER LE PERIFERIE

Introduciamo i criteri minimi di vivibilità nella periferia: ogni 50.000 abitanti almeno un ufficio postale, uno sportello bancario, un asilo, un presidio dell’ASL, una biblioteca, un centro anziani, un centro giovani, un ufficio decentrato dell’anagrafe, un presidio della municipale, un giorno di mercato e un capolinea GTT. 

  1. DIFESA DELLA FILIERA AGROALIMENTARE E DEL KM 0

Tuteliamo produzione e consumo a KM zero con lo sviluppo di una filiera integrata che ne incentivi distribuzione, diffusione e redditività. Costruiamo serre e orti urbani insieme con i produttori, le università e gli istituti tecnici. Sosteniamo la nascita di cooperative agricole gestite dai giovani. Installiamo erogatori comunali dell’acqua, del latte e del vino.

  1. DIFESA DEL COMMERCIO LOCALE

Limitiamo l’apertura di nuovi centri commerciali e incentiviamo la nascita di attività commerciali di prossimità. Azzeriamo TARI, COSAP e altre tasse comunali fino al 2025 per le imprese più colpite dal lockdown. Estendiamo l’orario dei mercati anche al pomeriggio.

  1. MIGLIORAMENTO DELLA VIABILITÀ

Eliminiamo le piste ciclabili pericolose, i controviali a 20 km/h e i cantieri infiniti. Potenziamo il trasporto pubblico rendendolo gratuito, sicuro ed efficiente. Miglioriamo i collegamenti tra centro, periferia e Area Metropolitana. Rendiamo gratuita la tangenziale, eliminiamo le strisce blu vicino a scuole e ospedali, ottimizziamo il trasporto ferroviario locale e implementiamo il trasporto fluviale.

  1. DIFESA DELLA FUNZIONE SOCIALE DELLA CASA

Avviamo nuovi programmi di edilizia popolare per promuovere il diritto alla proprietà della casa, con assegnazioni coerenti con le necessità della popolazione, favorendo le giovani coppie. Cancelliamo i tributi sulla prima casa e stop alla speculazione edilizia.

  1. AMMODERNAMENTO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Sviluppiamo una Pubblica Amministrazione «a misura d’uomo», riorganizzando processi, personale e uffici. Difendiamo il principio di utilità sociale delle società di proprietà comunale ed estirpiamo logiche clientelari. Introduciamo la progressività delle multe rispetto al reddito e blocchiamo gli espropri delle società di riscossione. Creiamo organi territoriali rappresentativi del mondo produttivo e associativo in grado di interfacciarsi concretamente con l’amministrazione.

  1. DIFESA DELLA SCUOLA E DELLE NUOVE GENERAZIONI

Miglioriamo l’edilizia scolastica, combattiamo il caro-libri e il caro-affitti. Aumentiamo le attività di sostegno agli studenti disabili. Rendiamo gratuiti asili comunali e mense scolastiche, migliorando la qualità del servizio. Promuoviamo attività rivolte ai giovani anche in orario extra-scolastico e in estate.

  1. VALORIZZAZIONE DI CULTURA E TURISMO

Blocchiamo la svendita di edifici pubblici di alto valore storico e culturale. Valorizziamo le tradizioni popolar e le identità di quartiere. Creiamo un assessorato speciale al turismo e limitiamo lo strapotere delle piattaforme di prenotazione, offrendo corsi di inglese e digital marketing. Sviluppiamo il turismo di prossimità enogastronomico e sportivo

  1. NUOVE POLITICHE AMBIENTALI ED ENERGETICHE

Avviamo una nuova strategia energetica sostenibile, con priorità alla riqualificazione dell’aria. Blocchiamo le grandi opere dannose e le tecnologie invasive. Tuteliamo la biodiversità, l’acqua pubblica, i parchi e fiumi cittadini.

  1. NUOVE POLITICHE GIOVANILI

Sosteniamo le società sportive dilettantistiche e avviamo progetti di attività fisica per giovani e anziani.  Favoriamo lo sviluppo di attività ricreative locali e corsi quali teatro, musica, attività sportive.

  1. PROTEZIONE DELLE FASCE DEBOLI E DELLA FAMIGLIA

L’amministrazione pubblica si deve prendere cura sia della disabilità, favorendo e supportando con investimenti adeguati la creazione di centri specializzati, che delle famiglie. Occorre ristabilire la centralità dell’amministrazione comunale nel supporto alle fasce deboli, alle loro famiglie e nella gestione delle comunità minorili. Eliminiamo le barriere architettoniche, attiviamo convenzioni per il trasporto di anziani e disabili e promuoviamo iniziative contro ludopatia e alcolismo. Difendiamo il ruolo della famiglia con politiche a sostegno della natalità e dell’infanzia (congedi parentali comunali, sussidi per madri non lavoratrici, priorità nell’assegnazione di case popolari). Sosteniamo i padri divorziati/soli in difficoltà. Imponiamo ai fornitori di gas, luce, internet l’attivazione di tariffe speciali per le famiglie a basso reddito e con figli in età scolare.

Oggi Italexit è l’unica via d’uscita per Torino.

Ogni voto per Italexit è un passo in più verso una Città diversa, migliore, di nuovo padrona del proprio destino.